Cane e Bambino

La relazione tra cane e bambino

Da più di diecimila anni esiste un’indissolubile amicizia tra l’uomo e il cane, un “accordo” non verbale ma nato e sancito spontaneamente, un rapporto che fa, di questo quattro zampe, un fedele, disinteressato e affettuoso compagno di vita.

Purtroppo non sempre, da parte dell’uomo, sussiste quella particolare sensibilità che induce a considerare il cane nella sua complessità di essere vivente: talvolta “l’uso e abuso” di questa amicizia sconfinano nell’incapacità di instaurare una relazione rispettosa, corretta e consapevole nei confronti di questa creatura.

Ecco perché risulta fondamentale favorire e sviluppare, sin dall’infanzia, questa relazione   priva di quegli schemi mentali che spesso vengono inculcati da una inadeguata sensibilità o cultura in merito, schemi che potrebbero compromettere la crescita armoniosa e responsabile dell’individuo verso l’interazione uomo-cane e negare successivamente la possibilità di realizzare una convivenza armonica, all’insegna del benessere psico-fisico ed emozionale di entrambi.

Cerchiamo invece di coltivare la capacità di interagire al meglio con il cane: iniziamo sin da subito ad educare i bambini insegnando loro ad avere rispetto per questo amico a quattro zampe, ad agire correttamente nell’avvicinarsi ad esso, ad interpretarne i movimenti in modo tale da avere un approccio corretto e sereno. Ricordiamoci che se la relazione è impostata correttamente, darà inizio ad un rapporto armonico, gioioso e sicuro, riducendo la possibilità di attacchi aggressivi da parte del cane.

L’educazione da impartire inizia dall’adulto, dal genitore, che attraverso l’esempio e le spiegazioni adeguate all’età, stabilisce le prime regole di approccio e di convivenza con il nostro piccolo amico peloso per instaurare le basi di una solida e serena amicizia.

Ma vediamo adesso alcune semplici regole da seguire per porre le basi di questa futura convivenza.

La prima regola è l’approccio al cane, ovvero come avvicinarsi ad esso in sicurezza.

Generalmente nell’incontrare un cane, il bambino, in un impeto di spontanea simpatia,  tende ad avvicinarsi ad esso in modo irruente, talvolta anche confusionario, con il desiderio di accarezzarlo e fare amicizia.

A volte invece può capitare che incrociandolo, corra via spaventato o ancora, dia “voce” ad urla capricciose perché allontanato forzatamente dal genitore.

I cani non ”amano” atteggiamenti confusionari, irruenti o comunque stressanti ed è per tale motivo che risulta importante insegnare subito al bambino che più resterà calmo e tranquillo più sarà facile avvicinarsi in sicurezza all’amico a quattro zampe: in questo modo anche il cane si tranquillizzerà, mostrerà interesse nei suoi confronti e sarà ben disposto a farsi avvicinare e fare amicizia.

Un’altra regola da insegnare è come avvicinarsi al cane.

Spesso i cani preferiscono scappare all’arrivo di un bambino, soprattutto se si presenta in modo irruento, pertanto occorre insegnare al piccolo di rispettare inizialmente le …distanze ed aspettare con calma che sia il cane stesso ad avvicinarsi incuriosito. A questo punto potrà farsi annusare evitando di mettere la manina direttamente sul muso, sulla testa o sul dorso del cane.

E’ importante educare un bambino a prestare attenzione alle reazioni di un cane al suo avvicinarsi e insegnargli ad interpretarne correttamente i segnali: in questo modo ne sarà prevedibile la reazione e si potrà agire di conseguenza. Esempi di reazione potrebbero essere il modo di scodinzolare o di abbaiare.

Una regola non meno importante è sviluppare il senso di responsabilità verso il proprio cane.

Anche i nostri amici pelosi hanno le loro esigenze: avere nella ciottola sempre acqua fresca, trascorrere del tempo giocando con il loro piccolo amico umano, andare fuori per i bisogni, fare piacevoli passeggiate, rafforzare il proprio legame con la famiglia umana.

I cani, per certi versi, sono simili a dei bambini e i bambini sono in grado di capire ancor meglio il loro amico peloso ed i suoi bisogni. Aiutiamo i bimbi a comprendere sempre meglio questi bisogni e a responsabilizzarli prendendosi cura del loro amato cane!

Aiutiamoli anche a comprendere che il cane va rispettato e protetto, così come si farebbe con il proprio amico del cuore e pertanto non deve mai essere considerato un giocattolo o il dono di un natale da mettere da parte una volta perso l’interesse. Insegniamo loro anche che va amato, educato e coccolato ma nel modo giusto, senza stressarlo o renderlo ansioso: un cane è un essere vivente, con bisogni, emozioni e sentimenti e, una volta accolto in famiglia in modo corretto, sarà il fedele, simpatico e affettuoso compagno con cui condividere capitoli di vita!

Concludiamo dicendo che risulta fondamentale insegnare le regole di un corretto rapporto tra cane e bambino, al fine di rendere sempre più autentico, piacevole e sereno questo legame e instaurare in famiglia un’armonica, piacevole e istruttiva convivenza.

“Dai un cane a un bambino e gli procurerai un compagno di giochi sempre fedele e leale.”
(Berton Braley)

Per approfondire l’argomento o richiedere informazioni per il corso “Cani e Bambini” contattare

tiziana@curaicaninaturalmente.it   -   Cell. 3923295615

DIRETTORE DELLA SCUOLA PER OPERATORI OLISTICI CINOFILI

Print Friendly, PDF & Email

Prodotti Bio per i Cani

Prodotti biologici per i cani :

NFC tags per cellulare

NFC tags programmati da :

  • Informatica In Azienda di Emanuel Celano
  • Via Vaccaro 5 (40132 Bologna )
  • P.Iva : 02137271207

Consulenze

Consulenze sulle cure naturali :

  • Ass. Culturale Spazio Sacro
  • Via Vaccaro 5 (40132 Bologna )
  • C.Fiscale: 91279120371
0