Il cane ci parla

Conoscere il linguaggio del nostro cane

Chiunque condivida la propria vita con un cane, sa perfettamente, che proprio come noi, è animato da una personalità  ed una variegata rosa di emozioni.

I cani sono creature sociali, abituate a vivere in comunità, in costante contatto con  i propri simili e con gli esseri umani e pertanto anch’essi necessitano di comunicare.

Le modalità di comunicazione di un cane si basano ovviamente su di un  “linguaggio” non verbale ma fatto di vari segnali che ci permettono di coglierne i pensieri e le  emozioni e prevedere talvolta anche le azioni che stanno per compiere.

Il suo linguaggio  si basa su diversi fattori: il contatto visivo, il movimento, la postura, l’olfatto, i vocalizzi e i mugolii e così via.

Il linguaggio del corpo non solo consente ai cani di comunicare e comprendersi a vicenda ma rappresenta anche lo strumento per inter relazionarsi e risolvere eventuali conflitti.

La comunicazione canina è un sistema complesso di  linguaggio atto a definire la posizione sociale del cane all'interno di un gruppo.

Nella famiglia umana,  i cani generalmente dimostrano molta flessibilità e ben si adattano all’ambiente e alla presenza di altri animali domestici eventualmente presenti, integrandoli con facilità nel proprio concetto di “gruppo”.

Ecco perché risulta importante porre al più presto le basi di una corretta socializzazione appena un cane entra in casa, per proseguire poi coerentemente l’attività educativa.

Per impostare una buona ed armoniosa relazione uomo-cane occorre che l’essere umano inizi a comprendere il mondo del suo cane e comunicare in modo corretto con esso, interpretandone al meglio il “linguaggio”. In questo modo sarà più semplice favorire l’instaurarsi di un legame soddisfacente ed equilibrato per entrambi.

La maggior parte di quei comportamenti che noi definiamo “problematici”, in realtà fanno parte di comportamenti “normali per un cane, come ad esempio, per un cucciolo, masticare la ciabatta  e fare  pipì per la gioia, al rientro del suo compagno umano.

Dal suo punto di vista, non c’è nulla di sbagliato in tutto ciò: è il suo modo di comunicare..

La comunicazione del cane

Per prendersi cura in modo consapevole e corretto del proprio cane è importante imparare a capire ciò che sta “dicendo”. Solo in questo modo si sarà in grado di soddisfare meglio i suoi bisogni e di instaurare un legame armonioso basato su rispetto, fiducia e amicizia da ambo le parti.

Ovviamente per noi umani è difficile comprendere tutte le sfumature che un segnale può comprendere, ma, prestando attenzione alle indicazioni vocali che possiamo ascoltare e osservando il linguaggio del corpo, saremo in grado di apprendere ed interpretare i segnali più evidenti.

I cani si sono evoluti con l'abilità e il fascino di prestare molta attenzione all’essere umano, osservandone i comportamenti e le abitudini, acquisendone i suoni, legandoli alle parole e percependone fortemente le emozioni.

Come detto in precedenza, il linguaggio del cane è fatto di vocalizzazioni, ringhi, atteggiamenti del corpo, olfatto.

Anche l’abbaiare è uno strumento di comunicazione, ma generalmente rappresenta più un  “avviso” per i membri del branco o per eventuali “avversari”.

Mentre una vocalizzazione può essere sostenuta per poco tempo ed è soggetta alla respirazione,  una postura del corpo può essere mantenuta a lungo, pensate solo alla posizione “da ferma” di un cane da caccia che può sostenerla per diverso tempo.

Oltre alla postura del corpo, i cani sono in grado di comunicare anche con le orecchie, gli occhi, l'elevazione del pelo, la coda e altro ancora.

Vediamo adesso come interpretare al meglio il linguaggio del cane

Innanzitutto impariamo ad osservare correttamente il nostro amico a quattro zampe. Apprendere le abitudini, i comportamenti e i movimenti del cane osservandolo, ti permetterà di capire in modo più naturale quello che comunica. Saprai dare un senso a molte delle cose che farà, senza bisogno di una spiegazione.

  1. Presta più attenzione al tuo cane
    Un umano è “naturalmente” percettivo nei confronti di un altro umano. Come diciamo spesso, “a pelle” siamo in grado di comprendere gli stati d’animo e di interpretare il linguaggio del corpo senza che l’altro ci dica qualcosa.
    Comprendere il proprio cane, non è così naturale, pertanto dobbiamo affidarci ad una maggiore attenzione e osservazione dei suoi comportamenti.
  2. Impara ad osservare
    Inizia a fare attenzione a come e quando il cane muove la coda o le orecchie, alle posture che assume e in quali occasioni, a come si comporta con i diversi componenti della famiglia e così via.
  3. Ricorda che ogni cane, così come ogni essere umano, è diverso dall’altro
    Il tuo cane è unico e sebbene il linguaggio del corpo è generalizzabile, potrebbero esserci delle sfumature che indicano che un certo tipo di comunicazione non verbale è propria e potrebbe non essere riscontrata in altri cani. Ciò può indicare che il cane ha un proprio “vocabolario” e va di conseguenza compreso ed interpretato.

Il linguaggio del cane

Vediamo adesso alcuni esempi di come il nostro amico a quattro zampe comunica.

 Coda 

  1. Se il cane scodinzola lentamente, significa che è rilassato ma attento. Resta in attesa che qualcosa accada, come ad esempio una passeggiata.
  2. Se scodinzola lentamente e la cosa si abbassa, significa che il cane non comprende il tuo comando e sta cercando di capire cosa vuoi che faccia.
  3. Se la coda trema leggermente e si tiene verticalmente eretto, cerca di capire cosa gli stai chiedendo di fare, ma con una calma “sfida” alla tua autorità, poichè si sente un cane dominante.
  4. Se invece la coda scodinzola rapidamente e viene tenuta molto bassa, significa che riconosce la tua autorità ed è pronto ad ascoltarti.
  5. Se la coda è rilassata ma tenuta un po' più in basso rispetto al terreno parallelo, significa che è rilassato e “contento” del momento vissuto.
  6. Se la coda è nascosta tra le zampe, significa che il cane è timoroso o manifesta paura.

Postura

  1. Se il cane ribalta la sua posizione e mostra la pancia indica una posizione di sottomissione.
  2. Se alza una zampa, significa che qualcosa nella situazione lo sta rendendo insicuro di se stesso o di ciò che potrebbe succedere successivamente. Appena tornerà a comprendere cosa stia succedendo, riposizionerà la zampa sul pavimento.
  3. Se pone la testa o la zampa sul collo di un altro cane, sta a indicare che i duerivali” hanno risolto un conflitto ed ha ottenuto la sottomissione dell’altro.
  4. Se pone la testa o la zampa sul ginocchio o su di un’altra parte del corpo di una persona manifesta il desiderio di catturarne l’attenzione.
  5. Se si inchina verso la persona, con la testa e il petto bassi a terra, le zampe davanti allungate e il posteriore e la coda alti sta invitando a giocare. Questa posizione è conosciuta come l'"inchino da gioco".
  6. Muovere ripetutamente la zampa in aria è un segnale usato spesso dai cuccioli come invito a giocare.
  7. Se la coda di un cane è in posizione neutra (parallela al corpo o leggermente più bassa), probabilmente si sente sicuro o amichevole.

Occhi

  1. Se i suoi occhi fissano il vuoto, pensa di avere il comando e se non accetti, ne potrebbero seguire comportamenti scorretti.
  2. Se i suoi occhi si spostano costantemente su di un oggetto, ti invita a
  3. Se i suoi occhi sono fissi, comunica dominanza e sfida
  4. Se gli occhi sono spalancati dimostra di essere vigile, pronto e giocoso.
  5. Se gli occhi sono semichiusi può indicare che il cane si sente aggressivo ed è pronto per attaccare. In alcuni casi può anche fissare qualcosa o qualcuno.
  6. Se sono di dimensioni e forma normali, il cane è rilassato. Se si sente teso, i suoi occhi possono sembrare più grandi del normale

Orecchie

  1. Se le orecchie sono dritte o inclinate in avanti, esprime curiosità e attenzione a un nuovo evento che sta accadendo intorno ad esso.
  2. Se le orecchie sono appiattite contro la testa, esprime paura o si sente minacciato.

  3. Se le orecchie sono tirate indietro, ma non piatte, può avvertire infelicità, ansia o incertezza.

Bocca 

  1. Se il cane ha le labbra arricciate, i denti serrati e il muso arricciato manifesta rabbia e l’intenzione di una probabile aggressione.
  2. Lo sbadiglio, dipende generalmente dal contesto. Può indicare noia o stress, ma il cane può sbadigliare anche se si sente minacciato o per allentare la tensione.

  3. Se ha la bocca tirata all’indietro chiusa o leggermente aperta, ma non ha i denti serrati e il muso arricciato, dimostra stress, paura o dolore o intende far capire al suo simile che non accetta sfide.
  4. Se apre la bocca come se sorridesse, indica che si sente rilassato e contento.

Abbaio

L’abbaiare di un cane si diversifica a seconda del messaggio che intende trasmettere.

Il guaito alto e secco per esempio, indica dolore fisico, sofferenza.

L’abbaio intermittente sta a indicare la ricerca di compagnia (come succede talvolta quando i componenti umani escono, lasciandolo solo in casa).

Latrati gutturali indicano un segnale di pericolo, rappresenta un modo per avvisare il “branco”.

L’abbaio a tonalità alta indica spesso che il cane vuole giocare.

Un breve abbaio a tonalità alta è un segno di amicizia è può essere accompagnato da guaiti o mugolii.

L’ ululato a sirena è una risposta a un altro ululato o a un rumore sostenuto, ad esempio come capita spesso in risposta alle sirene che passano vicino a casa.

Comportamento distruttivo

Non è raro tornare a casa e scoprire che sia passato un “tornado” e trovare scarpe distrutte, cuscini smembrati, infissi mangiucchiati.

Quando il cane fa opera di distruzione manifesta un disagio nei confronti della propria famiglia umana, che può essere legato a diversi fattori come il senso di abbandono, la mancanza di attenzioni, di stimoli o altro ancora.

Ancora una volta risulta fondamentale comprendere il linguaggio del cane per sostenerlo e riequilibrare i suoi comportamenti, rimuovendo la causa di questo disagio.

Le emozioni

Ormai è risaputo che i cani percepiscono una vasta gamma di emozioni, mostrando sentimenti come dolore, gelosia o vergogna a seconda delle situazioni.

Fortunatamente, uno dei più comuni per i cani è la gioia!

Le emozioni di un cane spesso riflettono l’ambiente familiare in cui vive, lo stato d’animo dei componenti della sua famiglia umana, il passato vissuto, pertanto risulta ancora più importante interpretare correttamente i segnali che invia per rispondere ad essi in modo adeguato.

 

“I cani, che non sanno nulla, comprendono ciò che diciamo, e noi che sappiamo tutto, non siamo ancora riusciti a capire quello che dicono”

 (Octave Mirbeau)

DIRETTORE DELLA SCUOLA PER OPERATORI OLISTICI CINOFILI

Print Friendly, PDF & Email

Prodotti Bio per i Cani

Prodotti biologici per i cani :

NFC tags per cellulare

NFC tags programmati da :

  • Informatica In Azienda di Emanuel Celano
  • Via Vaccaro 5 (40132 Bologna )
  • P.Iva : 02137271207

Consulenze

Consulenze sulle cure naturali :

  • Ass. Culturale Spazio Sacro
  • Via Vaccaro 5 (40132 Bologna )
  • C.Fiscale: 91279120371
0