Un bel pelo nel nostro cane è segnale di benessere oltre che di amorevoli cure.

Un pelo forforoso, troppo grasso o , viceversa, troppo secco è spesso causato da disordini di tipo alimentare.

Non dimentichiamo quindi che il primo, fondamentale rimedio naturale per la cura del pelo del cane è una alimentazione equilibrata, adatta alla sue esigenze e che problemi come la forfora non sono problemi di pelo ma derivano da squilibri alimentari.

Trattando invece solo il pelo, consideriamo che il pelo del cane si divide in diverse tipologie e non tutti i tipi di pelo hanno le stesse necessità.

Un pelo lungo deve essere spazzolato frequentemente per eliminare eventuali corpi estranei come foglie o, peggio, forasacchi e per verificare l’assenza di parassiti come pulci e zecche.

Anche i cani a pelo corto necessitano di essere spazzolati: in questo caso non useremo una spazzola o un pettine, ma gli appositi guanti con “dita” gommate per rimuovere il pelo morto e favorire la crescita del nuovo pelo.

La spazzolatura, specie in fase di muta, è fondamentale ed è bene abituare il nostro cane sin da cucciolo e trasformare la spazzolatura in una piacevole sessione di coccole e non in una tortura.

Per rendere più luminoso il pelo possiamo utilizzare anche diverse sostanze naturali.

Uno spicchio di aglio, aggiunto al pasto, aiuterà il nostro cane ad avere un pelo più luminoso.

Se aggiungiamo anche un poco di lievito di birra fresco sbriciolato nella pappa, il risultato sarà davvero sorprendente.

Una volta la mese, aggiungiamo per circa tre giorni questi elementi al pasto del nostro cane e i risultati non mancheranno.

Per pulire in modo naturale e non aggressivo il pelo del nostro cane, evitiamo prodotti chimici: il bagno, se necessario, possiamo farlo uno o due volte l’anno, con gli appositi prodotti per cani.

Non utilizziamo prodotti per esseri umani: i cani hanno il PH della pelle diverso dal nostro ed i nostri saponi causano irritazioni ed eritemi.

Per pulire e rendere più lucido il pelo del nostro cane, dopo averlo ben spazzolato, riempiamo una bacinella di acqua tiepida e aggiungiamo aceto di mele. Poi imbeviamo un panno morbido ed usiamolo per massaggiare il cane nel verso del pelo.

Strizziamo il panno, in modo da non lasciare il pelo troppo bagnato.

L’aceto di mele, non aggressivo sulla pelle del cane, ripulirà perfettamente il pelo, lasciando anche un odore gradevole sia per noi che per il nostro amico a quattro zampe.

Il pelo del nostro cane riflette comunque in modo molto evidente il suo stato di benessere e l’equilibrio della sua alimentazione: se troviamo forfora nel pelo, dovremo riequilibrare il suo mangime, magari diminuendo la quantità oppure passando temporaneamente ad un mangime più leggero.

Se abbiamo cambiato mangime da poco, è proprio il pelo del nostro cane il miglior indicatore dell’equilibrio del cibo in relazione al nostro cane.

Se notiamo alterazioni del pelo, non cerchiamo subito di correggere il pelo, ma cerchiamo di capire quale modifica alimentare possa avere causato queste modifiche: a volte è semplicemente la stagione calda che fa si che il normale pasto sia per il nostro amico troppo abbondante.

Ricordiamoci comunque sempre anche di controllare il pelo del nostro cane con il pettine fine, appositamente pensato per intercettare eventuali parassi che, ad una spazzolatura, potrebbero anche sfuggirci.

È un pettine particolare, formato da tre file parallele di denti poste in modo asimmetrico, le file esterne con i denti più lunghi rispetto a quelli delle file interne, in modo da intercettare tutta la superficie del pelo del cane. ne esistono di diverse dimensioni e ne esistono anche leggermente ricurvi e ma il suggerimento è quello di prendere un pettine diritto, di dimensioni adeguate al vostro cane perché il pettine ricurvo in alcune zone del corpo potrebbe ingannare facendoci credere di avere controllato mentre non è così.

Un’altra considerazione da fare è che occorre tenere presente la corretta tessitura del pelo del nostro cane: non tutti i cani, indipendentemente dal fatto che abbiano il pelo lungo od il pelo corto, hanno il pelo “morbido”.

Desiderare che il nostro cane abbia il pelo morbido e cercare rimedi per renderlo tale, quando è una razza selezionata per avere il pelo duro, o addirittura vitro, è sicuramente una cosa da non fare perché ad ogni tessitura di pelo corrisponde una precisa funzione di protezione per il cane che, avendo appunto il pelo, rischia di essere più delicato sulla pelle.

Il primo rimedio naturale per il pelo del nostro cane è, appunto, conoscere la consistenza giusta del suo pelo che, una volta conosciuta, saprà darci con le sue variazioni molte indicazioni sullo stato di salute del nostro amico.

Se amiamo toccare ed accarezzare molto il nostro cane e ci piace il pelo di una certa consistenza, mentre un altro ci infastidisce, dobbiamo pensare a questo particolare aspetto del nostro atteggiamento al momento di scegliere un cane: se amiamo il pelo morbido, non facciamoci ingannare dalla “morbidezza” del pelo dei cuccioli che è un pelo destinato a scomparire.

Chiediamo invece di poter accarezzare uno dei genitori, per sapere se il nostro amico, una volta cresciuto, ci piacerà “a pelle”.

 

Fonte: https://www.cani.it/magazine/rimedi-naturali-per-la-cura-del-pelo-del-cane/n336.html

 

Print Friendly, PDF & Email

Prodotti Bio per i Cani

Prodotti biologici per i cani :

NFC tags per cellulare

NFC tags programmati da :

  • Informatica In Azienda di Emanuel Celano
  • Via Vaccaro 5 (40132 Bologna )
  • P.Iva : 02137271207

Consulenze

Consulenze sulle cure naturali :

  • Ass. Culturale Spazio Sacro
  • Via Vaccaro 5 (40132 Bologna )
  • C.Fiscale: 91279120371
0